Auronzo, circondato da boschi, rocce e vallate fra le più incantevoli è anche un territorio ricco di tradizioni, storia e cultura. Girovagando tra le vie del paese, la sensazione che si assapora è quella di un antico borgo che sfuma e si confonde con la modernità. Gli scavi archeologici romani e le antiche chiese testimoniano lo spessore storico del paese.

Un’escursione toccante e indimenticabile, adatta a tutti, è la salita al Monte Piana per visitare il museo storico all'aperto della 1^ Guerra Mondiale e percorrere le trincee, le gallerie, le postazioni militari dove italiani e tedeschi si combatterono, oltre a godere di uno spettacolare panorama a 360 gradi verso le più belle montagne delle Dolomiti.

Durante il vostro soggiorno ad Auronzo non fatevi mancare una visita guidata alla Foresta di Somadida in località Palus San Marco, dove le Guardie Forestali vi accompagneranno alla scoperta di questo antico bosco, un tempo di proprietà della Serenissima. Qui si rifugiano animali quali la volpe, il cervo e si sono trovate tracce del passaggio dell’orso. In quest’ambiente protetto si possono osservare alcuni tra i fiori più belli delle Dolomiti.

Il Palazzo Corte Metto, in centro ad Auronzo, ospita il Museo della Fauna Flora e Mineralogia. La collezione naturalistica della mostra è ricca di esemplari faunistici locali, di minerali, campioni di roccia e di fossili, di reperti etnografici relativi all’attività estrattiva che si svolgeva nelle miniere della Val d’Ansiei e la recente sezione archeologica che accoglie i ritrovamenti locali.

Sul lago si può praticare la canoa e la pesca sportiva oppure affittare un pedalò e farsi cullare dall’acqua, sulla quale si disputano gare di motonautica e di canoa a livello internazionale. Non mancano mostre ed eventi culturali come “AuronzoInContra” con la partecipazione di personaggi conosciuti del mondo dello spettacolo, giornalismo, letterario e politico.